AxL è tredicesima fra i Best Workplaces Italia for Innovation 2019!

News · Luglio 11, 2019

Innovazione, evoluzione costante e lo sguardo sempre focalizzato sul futuro. No, non è la descrizione di un Hub super tecnologico sulla West Coast statunitense, ma delle tantissime aziende italiane che si distinguono per la loro vena innovativa.

Alcuni fra i migliori luoghi di lavoro del Belpaese, per questo premiati da Great Place to Work Italia nella classifica “Best Workplaces Italia for Innovation 2019”, che individua le 15 migliori realtà di questo genere.

Siamo orgogliosissimi di annunciare che AxL Agenzia per il Lavoro ha conquistato la tredicesima posizione, evidenziando come approccio, benessere lavorativo e fiducia nelle persone siano ormai fondamentali nel delineare il processo innovativo delle aziende.

15 realtà molto diverse fra loro, ma unite dalla medesima predisposizione verso tutto ciò che è nuovo, senza che i prodotti o servizi offerti debbano necessariamente rientrare nell’ambito della tecnologia.

“Nella nostra indagine – racconta il Presidente di Great Place to Work Italia Andrea Montuschi – non guardiamo tanto il prodotto di un’azienda ma piuttosto valutiamo, tramite un questionario sottoposto ai dipendenti, la capacità dell’impresa di creare una cultura innovativa in ufficio”.

Gli analisti utilizzano l’Innovation Index, un indice che tiene in considerazione le valutazioni dei collaboratori circa tre aspetti fondamentali nel definire il processo d’innovazione. In primis la tolleranza all’errore, vale a dire se si tratti di un ambiente lavorativo in cui eventuali sbagli vengono demonizzati o meno. In secondo luogo lo scambio proattivo fra lavoratori e manager: se il CEO di una società è interessato a conoscere le opinioni dei propri dipendenti, ci sarà una maggiore propensione alla contaminazione di idee e alla libertà di espressione. In ultimo, la volontà di sperimentare, perché per essere realmente innovativi è necessario stimolare il pensiero creativo e le idee originali.

“Il dato interessante – continua Montuschi – è che in tutte queste realtà il clima aziendale è molto positivo e le performance in termini di meritocrazia percepita sopra la media”.

La cultura dell’innovazione si rivela quindi positiva per i dipendenti, che mostrano soddisfazione e motivazione nel quotidiano, ma anche per i potenziali talenti, che sono sempre più attratti da luoghi in cui esprimere al massimo le proprie capacità.

Per noi di AxL si tratta di un altro traguardo importante, dopo la Certificazione ottenuta da Great Place to Work Italia per il secondo anno consecutivo e la settima posizione conquistata nella categoria 50-149 dipendenti a inizio anno.

E, com’è nel nostro stile, continueremo a lavorare al meglio per garantire ai nostri collaboratori il miglior luogo di lavoro possibile.